Real sempre più ricco, il Psg scavalca il Bayern. La classifica Deloitte 2015

C’è una Champions League che si gioca sul campo e che è ricominciata una settimana fa. E poi ce n’è un’altra che riguarda biglietti, diritti tv e merchandising. Non sempre i risultati di queste due competizioni coincidono. Anzi.
Un esempio? Il Manchester United di Louis Van Gaal, eliminato nei gironi di Champions e lontanissimo dalla vetta in campionato ma terzo nella classifica dei club più ricchi del mondo. Se non basta, si pensi all’Atlético Madrid del “Cholo” Simeone: un terzo dei ricavi dei cugini del Real eppure sopra di loro in campionato. Continua a leggere

Annunci

Il Belgio nel pallone: la favola nella favola si chiama Gent

Primo nel ranking Fifa e, per la prima volta nella storia, tra le favorite d’obbligo in una competizione internazionale. Così si presenta il Belgio di Marc Wilmots agli Europei della prossima estate in Francia. Una nazionale giovane, multietnica e imprevedibile sulla cui ascesa sono stati versati fiumi d’inchiostro. Merito – si è detto – della pianificazione federale iniziata con l’ex-ct Michel Sablon e di una straordinaria generazione di campioni. A partire dai portieri Courtois e Mignolet e passando per Vermaelen, Kompany, Vertonghen e ancora Witsel, De Bruyne, Fellaini e Nainggolan per arrivare infine ad Hazard, Lukaku e Benteké: tutti tra i 22 e i 30 anni e tutti protagonisti nei maggiori campionati europei. Una vera fucina di talenti.

Chi invece dal giro della nazionale è uscito dopo qualche presenza con l’under-21 è Sven Kums. Sta per compiere 28 anni ed è il capitano del Gent. Continua a leggere

Quando il calcio supera i confini nazionali. La rinascita del Monaco

Un bolide di Kondogbia, un contropiede finalizzato dal redivivo Berbatov e un diagonale del capitano Carrasco. Tanto è bastato al Monaco per espugnare l’altro ieri l’Emirates Stadium, lo stadio dell’Arsenal, con il pesante parziale di 3-1. Ora ai Gunners servirà un impresa per ribaltare il risultato nella gara di ritorno, in programma il 17 marzo allo Stadio Louis II di Fontvieille.

Siamo a pochi chilometri da Montecarlo. Proprio alle spalle dello stadio corre il confine tra il Principato e la Francia, tanto che uno degli ingressi all’impianto si trova in territorio francese: Continua a leggere

Clamoroso a Donetsk! Pardon, a Leopoli

Ieri sera, le bocche da fuoco dei campioni di Germania del Bayern Monaco sono rimaste a secco: 0-0 il risultato finale. La squadra di Pep Guardiola, che viaggiava fino a quel momento alla media di 2,5 goal a partita tra campionato e Champions League, non è riuscita a scardinare la difesa dello Shakhtar Donetsk nell’andata degli ottavi di finale del torneo. Ma quella di ieri sera è stata una gara che gli ucraini hanno giocato in casa solo sulla carta. Continua a leggere